Planetarie con funzione di cottura: guida alla scelta e all’uso

In questo articolo affronteremo la parte che riguarda l’impastatrice per cuocere gli alimenti. Ebbene sì, non esistono solamente quei modelli semplici per la preparazione degli impasti, ma oggi vengono prodotti anche gli elettrodomestici planetari con funzione cottura. Per cui, si potrà mantecare, montare, miscelare e cucinare alcuni ingredienti. Tale funzione è molto utile soprattutto per quanto riguarda la preparazione delle salse, delle creme o di alcune riduzioni. Andiamo a scoprire in questi paragrafi, quali sono le migliori impastatrici per cuocere e quali sono le informazioni da sapere al riguardo.

Informazioni generali

Le impastatrici che cuociono, sono sicuramente molto acquistate, proprio per merito di questa funzione aggiuntiva, perché oltre ai vari robot multifunzione, sono stati realizzati anche dalle classiche marche Moulinex, Philips e la più richiesta Kenwood. Per cui, adesso, abbiamo dei prodotti che saranno sicuramente dei must da avere. Generalmente queste tipologie di elettrodomestici sono composti da:

  • un corpo macchina orizzontale, che viene dotato di un braccio meccanico
  • un recipiente

Nei modelli che vengono utilizzati per la cottura, sarà proprio la resistenza a fare in modo che la cottura degli ingredienti possa avvenire senza problemi all’interno del recipiente, con un limite massimo di 180° e, inoltre, disporranno anche di molteplici funzionalità che sono legate ai diversi tipi di cottura.

Altre cose utili da sapere su queste impastatrici con funzione cottura

Le impastatrici di questa tipologia potranno costare da 100 fino a oltre 1000 euro, è chiaro che tutto dipende sempre dall’utilizzo che se ne deve fare. Se è per un semplice uso casalingo, non vale la pena spendere migliaia di euro, a meno che non vogliamo cimentarci in alcune preparazione per iscriverci a MasterChef! Sempre meglio scegliere i prodotti di marca, soprattutto perché vengono realizzati con dei materiali resistenti al tempo e all’usura. Inoltre, la funzione cottura diventa molto utile se si ha poca confidenza con i fornelli, tanto che ci sono delle opzioni preimpostate che potranno esserci di grande aiuto.

Tipi di cottura

Quella che si segnala come essere la particolarità delle macchine planetarie è, sicuramente, il movimento rotatorio compiuto simultaneamente dal braccio meccanico e dalla stessa ciotola dove avviene la miscelazione, questo consente di poter andare a prelevare tutto il composto. Queste planetarie vengono studiate per realizzare due tipologie di cottura:

  • la cottura classica e
  • la cottura al vapore, che si potrà fare tramite l’integrazione di un cestello al recipiente principale.

A seconda di quale tipologia di frusta o di gancio avremo utilizzato, potremo poi realizzare delle creme o degli impasti per ricette dolci o salate, che grazie alla funziona cottura potremo anche cucinare. Oppure, potremo andare a fare degli ottimi risotti, degli omogenizzati e delle vellutate molto fresche e dense. Solitamente i modelli base hanno 3 tipologie di fruste, ma nei modelli con multifunzione si potranno avere molti più accessori. Per poter avere un’ottima cottura diventa importante e necessario che l’elettrodomestico da noi scelto sia dotato di un motore molto potente. Proprio perché andremo anche a cucinare, inoltre anche la qualità dei materiali sarà molto importante viste le elevate temperature.

Differenze tra impastatrice e robot multifunzione

Il robot multifunzione è quella tipologia di elettrodomestico che viene considerato un vero e proprio must nelle preparazioni gastronomiche, perché permette di:

  • tritare,
  • frullare,
  • miscelare,
  • montare,
  • impastare e
  • cuocere gli alimenti.

I prezzi vedremo che andranno a variare dai 200 a gli oltre 1000 euro per i modelli che saranno molto più evoluti. Inoltre, va detto che le impastatrici sono note  per essere delle macchine studiate per poter realizzare come già detto degli impasti, creme e sfoglie. Per poter decidere quali tra questi due robot sia quello che risulta più adatto per le nostre esigenze, dobbiamo appunto capire quale sia la tipologia di utilizzo che vorremo farne, se sarà nostra intenzione poter velocizzare e facilitare la preparazione degli impasti, oppure se abbiamo anche bisogno di un elettrodomestico che ci aiuti nel cucinare, come per esempio il robot multifunzione. Inoltre, dipende anche da quanto vorremo spendere.

Materiali e design: perché sono importanti

Oggi le case produttrici dei vari elettrodomestici si sono specializzate in quella che è la realizzazione di macchine che diventano sempre più intuitive e all’avanguardia. Tanto è vero che con una spesa media ci assicureremo un elettrodomestico più che soddisfacente, e che potrà anche essere in grado di durare per tanto tempo. Ma, prima di fare la nostra scelta, dovremo fare delle considerazioni molto importanti prima dell’acquisto, ovvero, dovremo scegliere dei prodotti che siano di marchi riconosciuti e quindi scegliere degli elettrodomestici che sono realizzati con dei buoni materiali, quali:

  • acciaio inox
  • plastica pressurizzata
  • vetro

Questi sono i principali materiali di costruzione per i vari robot e per le impastatrici, appunto è necessario che proprio questi materiali possano assicurare una buona resa durante la lavorazione stessa degli ingredienti, questo è molto importante soprattutto quando andremo a metterli a contatto con i diversi generi alimentari.

Consigli

Ci sono dei prodotti che fanno parte lo stesso del catalogo dei grandi marchi, ma che vengono rivestiti con degli  speciali smalti protettivi che, quando vengono a contatto col calore o con dei saponi non idonei, possono rovinarsi in maniera irrecuperabile e potranno deteriorarsi facendo trovare alcune particelle all’interno del nostro impasto. Per cui, che si tratti di un robot da cucina o che si tratti di un’impastatrice, quello che è importante fare, è lavare sempre ogni accessorio a mano e con detergenti appositi e delicati. Il design non deve solamente accontentare i gusti dei clienti, ma deve anche poter consentire un utilizzo che sia pratico e intuitivo di questo genere di dispositivi.

Prezzi

I prezzi per questa tipologia di prodotti, come detto in precedenza, variano a seconda del marchio della casa produttrice, ma anche di quello che offrono come funzionalità e della potenza del motore. Chiaramente con fasce di prezzo medio alte si potranno acquistare dei robot semi-professionale, che potrà anche essere in grado di venir utilizzato anche per preparazioni più sofisticate. Mentre, con una spesa tra i 200 e i 300 euro ci potremo prendere un robot adatto all’uso casalingo e di ottima fattura. Sempre consigliato leggere con attenzione il manuale d’istruzioni correlato.

Amante della scrittura. Appassionata della lettura e dell’arte. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alla musica e tutto ciò che concerne la comunicazione. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Back to top
menu
Impastatrici e Planetarie