Quanto spendere per una planetaria: consiglie fasce di prezzo

Se esiste un luogo comune sulle impastatrici planetarie è sicuramente quello relativo al prezzo. Così come tutti sono a conoscenza dell’utilità di questi prodotti, tutti sono a conoscenza del prezzo che viene spesso associato a questi fantastici strumenti per la cucina. Tuttavia è sbagliato pensare che le impastatrici planetarie siano sovrapprezzate oppure debbano il loro prezzo ad una sorta di “status” da mantenere. Anzi, i prezzi delle impastatrici planetarie sono giustificati da moltissimi aspetti della produzione e della progettazione del prodotto che non sono per nulla semplici da gestire. Inoltre, come vedremo, non tutte le impastatrici hanno prezzi altissimi e non tutti i prodotti sono utili a tutti gli utenti. Per questi ed altri motivi abbiamo deciso, nella guida di oggi, di stilare la nostra guida completa ai prezzi delle impastatrici planetarie: continuate a leggere se siete interessati! 

Introduzione: per chi è questa guida?

La nostra guida di oggi sarà organizzata in modo un po’ particolare. Per far sì che i nostri utenti possano facilmente individuare la parte del contenuto che più gli interessa, abbiamo deciso di suddividere la guida in base alle “esigenze”, vi basterà quindi leggere i sottotitoli delle prossime sezioni della guida per capire se quella sezione in particolare potrebbe tornarvi utile. Il nostro obiettivo, così facendo, è darvi la possibilità di capire quale fascia di prezzo e quali siano le caratteristiche delle impastatrici che potrebbero fare al caso vostro! 

Per chi vuole soltanto impastare pane, pizza e dolci

Iniziamo la nostra guida dalla categoria di utenti che ci risulta più semplice da “inquadrare”. Un utente che vuole soltanto impastare l’impasto per la pizza o per i dolci non necessita di una macchina dalla qualità e dalle funzionalità avanzatissime, per questo motivo ci sentiamo di consigliare un prodotto di fascia bassa. Vediamo le caratteristiche del prodotto ideale per la tipologia di utente di cui stiamo parlando.

Un utente che vuole preparare impasti semplici necessita di un prodotto semplice, dotato di una o due velocità di rotazione e dalla potenza di circa mille watt. Ovviamente nulla vieta ad un utente che si rispecchia in questa categoria di acquistare un prodotto più complesso, con innesti sostituibili, coppe rimovibili e altri accessori e funzionalità utili. Tuttavia, specialmente se l’utilizzo è saltuario consiglieremmo di puntare al risparmio. In questo modo qualsiasi utente può, con appena cento euro, procurarsi il prodotto che gli serve.

Impastatrici planetarie per professionisti

Dopo aver analizzato gli utenti amatoriali dalle richieste più semplici, possiamo muoverci dal lato opposto dello spettro: gli utenti che necessitano di un’impastatrice planetaria per scopi lavorativi. Che siate chef o che prepariate le brioches per il vostro bar, sicuramente avere una macchina che fa l’impasto per voi può permettervi di risparmiare moltissimo tempo e di avere risultati sempre uguali (a patto che gli ingredienti siano gli stessi e in egual quantità). In questo caso, secondo la nostra opinione, dipende da quale sia l’uso professionale che si vuole fare della macchina.

E’ molto più semplice spiegarsi con un esempio: se si preparano dolci e simili per un bar i tipi di preparazioni che ci si troverà a dover eseguire non potranno variare molto.  Questo, secondo noi, non richiede un costosissimo prodotto tuttofare, anzi, consigliamo agli  utenti di questo tipo di acquistare prodotti di fascia media e bassa: in questo modo avranno accesso a tutto ciò che gli serve senza spendere un patrimonio (parliamo comunque di cifre inferiori ai duecento euro). Per tutti coloro i quali, invece, come professionisti del mondo della cucina dovessero trovarsi a preparare una grande varietà di preparazioni che potrebbero trarre vantaggio dall’uso di una impastatrice planetaria, consigliamo l’acquisto di un prodotto di fascia alta. Idealmente l’investimento di tre o quattro centinaia di euro vi porterà moltissimi vantaggi legati soprattutto ai tempi necessaria a realizzare le diverse preparazioni.

E per tutti gli altri?

Ora che abbiamo affrontato entrambi gli opposti dello spettro dei potenziali utenti delle impastatrici planetarie, possiamo parlare di tutti quegli utenti che ricadono “nel mezzo”. Secondo le nostre ricerche la maggior parte delle persone cercano un prodotto che possa, semplicemente, impastare ma non disdegnando qualcosa che possa aiutarli anche durante altri tipi di preparazioni. In questi casi, di nuovo, ci troviamo a suggerire la fascia media di prezzi. Questa categoria di prodotti non solo ha un ampio range di prezzi che possono spaziare da poco più di cento euro fino ai quattrocento (così da potersi adattare a tutte le tasche); la fascia in questione offre anche una grandissima quantità di prodotti simili ma con qualche piccola differenza: in questo modo l’utente può scegliere su quali aspetti della macchina risparmiare e su quali investire una quantità maggiore di denaro.

Impastatrici planetarie per chi preferisce brand popolari

Possiamo comprendere come, alcuni utenti, possano sentirsi più al sicuro affidando il loro investimento a brand di cui conoscono il nome e dei quali, magari, hanno già acquistato altri prodotti. Per questo motivo dedicheremo quest’ultima sezione della guida ai brand e ai loro prezzi, sempre in correlazione alle necessità degli utenti. 

I brand “popolari” di cui vogliamo consigliarvi i prodotti sono quattro e sicuramente avrete già sentito parlare di ognuno di essi. Si tratta della Bosch, della Kenwood, della Electrolux e della Ariete. Tutti questi brand, tranne poche eccezioni in prodotti specifici, si assesta nella fascia di prezzo che va dai cento ai duecento euro circa. Abbiamo quindi di fronte a noi dei prodotti di fascia medio-bassa ma prodotti da brand stabili e i cui standard di qualità sono valutabili anche in relazione alla qualità degli altri prodotti del brand.

Detto questo, possiamo anche dirvi che, nonostante non siano altrettanto famosi, esistono numerosissimi brand che producono impastatrici di qualità. Brand come la Phisinic, la Howork e così via. Per chi invece cercasse qualcosa di fascia più alta consigliamo i prodotti della Moulinex.

Con questo possiamo avviarci verso la conclusione della nostra guida completa ai prezzi delle impastatrici planetarie. Speriamo che il nostro breve approfondimento possa tornarvi utile durante l’acquisto della vostra nuova impastatrice. Vi ricordiamo che sul nostro blog potrete trovare moltissime altre guide, recensioni e approfondimenti sul mondo delle impastatrici planetarie.

Nel mio studio grafico, mi occupo di: grafica pubblicitaria con soluzioni eco-sostenibili, web design, grafica per eventi, grafica per il web e la stampa, ed illustrazione. Inoltre, da tempo collaboro con aziende e case editrici per la redazione di articoli e contenuti multimediali.
Arte, lettura, illustrazione e fotografia… per lavoro e per passione!

Back to top
menu
Impastatrici e Planetarie